►►message for the company◄◄

If you are a company or website that would like me to test/review some of your products feel free to contact me at cleopatra1812@hotmail.it
------------------------------------------------
Se sei un'azienda e vuoi farmi provare i tuoi prodotti ,cosi da poterne parlare sul mio blog, scrivimi a : cleopatra1812@hotmail.it

giovedì 14 febbraio 2013

Pennelli da trucco, come, dove,quali?


Nell’immagine qui sopra vediamo un esempio di kit base che tutte dovrebbero avere nel proprio beauty case. Analizziamoli uno ad uno.
1 – è il classico pennello da viso, indispensabile per applicare le polveri (cipria, terra, blush). Deve essere tondo con il diametro circa di una pallina da ping pong, setole abbastanza fitte ed estremamente morbide in modo da risultare piacevole a contatto con la delicata pelle del viso.
2 – è il pennello da correttore, va utilizzato per stendere il correttore sulla zona dell’occhiaia e sui brufoletti. Deve essere di media grandezza, dalla punta arrotondata in modo da lavorare bene sia sotto l’occhio che sulle macchiette del viso. Le setole devono essere molto compatte e rigide per distribuire la giusta dose di prodotto.
3 – questo è il pettinino per ciglia e sopraciglia, il lato in setole permette di pettinare e dare la forma alle sopracciglia un po’ ribelli, mentre il lato con i dentini è ideale per rimuovere gli eventuali eccessi di mascara dalle ciglia.
4 e 5- questi sono due classici pennelli da ombretto con misure leggermente differenti ma con le stesse caratteristiche. Sono piatti, hanno circa la grandezza di un’unghia e una forma arrotondata. Le setole devono essere compatte ma abbastanza soffici in modo da sfumare bene gli ombretti sulla palpebra senza irritarla. Consiglio di utilizzare quello leggermente più grande per i colori chiari, mentre quello più piccolo per quelli scuri.
6 – è un pennello angolato, indispensabile sia per sfumare la matita sull’occhio e tra le ciglia che per delineare le sopracciglia con l’ombretto. In questo caso più che mai è importante che le setole siano compatte e ben tagliate e che quindi il pennello disegni una linea obliqua molto precisa.
7 – piccolino ma utilissimo è il pennello da eyeliner, fondamentale per la stesura perfetta del prodotto sul bordo ciliare. È appuntito e composto da poche setole piuttosto flessibili e lunghe 7/8 millimetri circa.
 In commercio ne esistono anche con setole più corte e rigide, sta a voi scegliere la forma con cui vi trovate meglio.
8- immancabile è il pennello da labbra per stendere rossetti e gloss senza sbavature. Piuttosto piccolo, la forma è triangolare e le setole compatte e rigide come quelle del pennello da correttore. Acquistatene sempre uno con il tappino in modo da poterlo portare anche in borsa.
Questi sono a mio avviso i pennelli essenziali, nel prossimo post vi parlerò di ulteriori pennelli utili da avere per soddisfare tutte le esigenze di make-up!

1 e 2 – questi sono due esempi di pennelli da contouring, il primo ha la punta arrotondata ed è ottimo per creare i punti luce su fronte, zigomi ecc., il secondo ha un taglio obliquo ma smussato ed è perfetto per ombreggiare l’incavo sottozigomatico. Hanno entrambi la grandezza di una moneta da due euro circa, sono piatti e le setole devono essere morbide in modo da creare chiaroscuri molto sfumati.
3 – rimaniamo in tema di polveri e passiamo al pennello kabuki, questo pennello è indispensabile se utilizzate un fondotinta minerale ma è altresì molto utile per stendere ciprie e terre per un effetto un po’ più intenso. È un pennello rotondo, con il manico corto e le setole molto fitte e soffici. In questo tipo di pennello più le setole saranno fitte e morbide più la qualità sarà buona.
4 – questo invece è un semplice pennello piccolino, utilissimo per tutti gli interventi di precisione come sfumare la matita o l’ombretto tra le ciglia o anche per applicare l’eyeliner. Può essere sia piatto che tondo ma l’importante è che abbia setole lunghe al massimo 4 millimetri e ben compatte.
5 – è il pennello penna, un pennello di precisione utilissimo per creare ombreggiature nella piega palpebrale e per illuminare l’angolo interno dell’occhio. È rotondo ed ha la grandezza, appunto, di una penna. Le setole sono molto compatte e fitte e lo rendono abbastanza rigido, termina con una punta leggermente arrotondata.
6 – simile al pennello penna è il pennello da sfumatura che serve appunto per sfumare gli ombretti applicati con i classici pennelli da ombretto di cui vi ho già parlato. È leggermente più grande del precedente ed ha setole meno fitte e compatte, quindi risulta più morbido al tatto. Tutti i pennelli da sfumatura devono essere morbidi.
7 – in ultimo abbiamo il pennello a ventaglio, che ha due funzioni: spolverare il viso dai residui di ombretto che si depositano mentre ci trucchiamo e sfumare sulle guance il blush con un effetto molto leggero e naturale. Questo pennello ha la tipica forma ad arco ed è importante che abbia setole molto morbide specie per rimuovere al meglio la polvere dell’ombretto dal viso.
Mi sembra tutto, ovviamente non ho potuto parlare di tutti i tipi di pennelli che si trovano in commercio perché sarebbe davvero stato impossibile ma questi mi son sembrati i più utili ed importanti da avere per un perfetto make-up.
Anna♥

5 commenti:

  1. Ciao,io ne ho solo alcuni di questi,come quello angolato,a penna,per sfumare,per la cipria,blush leggermente angolato.Ottimi mi trovo bene con i pennelli rib,li trovi nel negozio di detersivi tipo acqua e sapone,sono morbidissimi e quando li lavo lo sono ancora di più.costano circa 2.50 euro...perfetti.ciaoooo

    RispondiElimina
  2. si sono ottimi li conosco anch'io...
    un abbraccio e grazie per la visita♥

    RispondiElimina
  3. Molto utile questa guida...devo dire che io ho una fissazione per i pennelli!! :)

    RispondiElimina
  4. Molto interessante questo post, grazie!

    RispondiElimina

Grazie per essere passati ed aver contribuito alla crescita del mio Blog.
Anna alias Miss Lipstick